Casino dei Principi

Dinanzi alla Reggia, su di un’ampia terrazza belvedere ornata da vasi di marmo, prospetta la sua elegante e sobria facciata, con un basamento a listature orizzontali e ordine gigante di paraste doriche, dal piano nobile al secondo piano; al centro si eleva il bel portale di piperno d’ingresso all’edificio.

I prospetti rivolti verso il cortile retrostante appaiono meno regolari e uniformi ed evidenziano la lunga stratificazione subita dalla fabbrica fino al tardo Ottocento. L’impianto originario dell’edificio è preesistente al Palazzo reale ed era di proprietà dei Carmignano marchesi di Acquaviva, come rammentano molte guide storiche, che lo descrivono come uno dei più bei casini di villeggiatura esistenti sulla collina di Capodimonte.