L'eremo dei cappuccini

In un sito remoto del Bosco, verso il cavone di Miano, sorge questo manufatto, molto suggestivo per la particolare cornice ambientale. Il complesso, denominato un tempo anche “Ritiro di San Clemente”, è cinto da alte mura ed è in stile neogotico, in aderenza ad un gusto diffusosi a Napoli dopo il secondo decennio dell’Ottocento, soprattutto per l’edilizia religiosa e per i padiglioni da giardino. Fu eretto sul luogo del vecchio edificio della Fagianeria, tra il 1817 ed il 1819, per volere di Ferdinando IV che assunse il titolo di I Re delle Due Sicilie, al ritorno dal suo secondo esilio (1815). La cittadella includeva, oltre al dormitorio per i monaci, una chiesa, due giardini con alberi fruttiferi e un piccolo cimitero.